fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

LA NOTTE PRIMA DELLA PENTECOSTE

2 Giugno 2009 · Nessun Commento

Pubblico davvero con gioia il resoconto a cura di Maura del pellegrinaggio che ha coinvolto i giovani della Val di Susa, dalla Cattedrale della Diocesi alla Sacra di San Michele, la notte tra il 30 e il 31 maggio, giorno di Pentecoste.

fra Beppe

“Strada facendo predicate dicendo che il regno dei cieli è vicino…gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date…” (Mt 10, 7-11)

Il vescovo , nella veglia di Pentecoste , in Cattedrale, dopo aver commentato queste parole del Vangelo impartisce la benedizione ai giovani e meno giovani che con la guida di tre sacerdoti e cinque suore intraprendono il cammino verso la Sacra di San Michele.

Piove leggermente a Susa, ma nessuno sente quelle gocce …è più forte la voglia di partire, di fare strada, di incontrare il Signore e fare un pezzo di strada insieme a Lui.

Percorriamo la via Francigena tra i campi, in mezzo ai paesini ormai addormentati. Alterniamo momenti di silenzio contemplativi della natura e di dialogo con Dio, a momenti di canto e di preghiera. Don Antonello e suor Margherita con l’aiuto di un megafono ci sostengono.

“ E’ più bello insieme, è un dono grande l’altra gente, è più bello insieme…tutte le stelle della notte, le nebulose e le comete , i fiumi e le montagne..è tutto vostro e voi siete di Dio…siamo qui sotto la stessa luce, sotto la sua croce cantando ad una voce…E’ l’Emmanuel…” Le parole dei canti danno ritmo ai nostri passi.

Noi camminiamo ma c’è qualcuno, nei vari paesini, che ci aspetta per darci qualcosa di caldo da bere , per ricaricarci con qualche dolcezza.

A Foresto sostiamo un attimo in chiesa e suor Milena ci propone una riflessione: “ Svegliati o tu che dormi , alzati e cammina”.Questa notte il nostro è un cammino fisico, ma deve servirci come stimolo per affrontare il cammino interiore nella vita di tutti i giorni. Dobbiamo combattere il sonno interiore, la pesantezza del cuore, le azioni apatiche ed essere testimoni di SPERANZA, perché il Signore è con noi. Con le sue parole la suora ci provoca e ci propone di confrontarci a due a due per capire come

possiamo essere segni di speranza nei luoghi in cui viviamo .

Il cammino continua e a Bruzolo nel castello tre ragazzi ci presentano la loro esperienza di “ Sentinelle del mattino”. E’ un progetto che sta diramandosi in tutta Italia e che vede giovani che incontrano altri giovani in un normale sabato sera e annunciano Gesù; è una proposta di evangelizzazione di strada.

Superiamo Borgone, Sant’Antonino, Vaie e finalmente alle sette del mattino arriviamo alla Chiusa di San Michele. Da lì affrontiamo la salita per raggiungere la Sacra . Ormai siamo stanchi, ma anche se tanti di noi hanno qualche problema alle ossa, non ci arrendiamo e pieni di entusiasmo, che è aumentato strada facendo, arriviamo alla meta.

Il tempo è stato molto clemente con noi e finalmente dalla Sacra si vede il sole che benedice il nostro pellegrinare. Siamo felici, è stata una notte particolare in cui la fede ha unito tante anime in cerca ma sì piene di speranza. Durante la messa ringraziamo il Signore per questo dono e con il sale benedetto dal nostro vescovo la sera prima torniamo a casa con l’impegno di essere testimonianza viva di Cristo che è morto ed è risorto e ha mandato il suo Spirito!!!

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento