fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

LA FORZA DEI SEGNI CONTRO I SEGNI DELLA FORZA

16 Marzo 2009 · 3 Commenti

Segnalo una delle tante iniziative che nella società civile contrastano la forza delle mafie e pongono così la forza dei piccoli segni, segni di cittadinanza, segni del Regno di Dio tra di noi.

fra Beppe

La Round Robin editrice presenta domani, martedì 17 marzo alle ore 19,  a Casal di principe (CE) -presso la sede del CSV Assovoce, corso  Umberto 153 - Don Peppe Diana. Per amore del mio popolo. il primo  titolo della collana Libeccio, serie di fumetti dedicati agli eroi  dell’antimafia, nati da una collaborazione con l’associazione daSud. La prima copia sarà consegnata da Sara Dellabella ai genitori dei Diana domani sera.

All’incontro, organizzato assieme a Libera Caserta e al comitato  don Peppe Diana, che vedrà la presenza del curatore della collana  Raffaele Lupoli e dello sceneggiatore Francesco Matteuzzi,  Parteciperanno Santo Della Volpe, vicepresidente di Libera  informazione e Valerio Taglione coordinatore del Comitato Don Diana.

Nel pomeriggio, gli autori e la casa editrice, incontreranno i  familiari di Don Peppe Diana, per la consegna della prima copia del  volume, disponibile on line e in distribuzione da Aprile in libreria e  nelle fumetterie specializzate.

La Round Robin editrice parteciperà alla tre giorni di LIBERA, che si  aprirà il 19 marzo a Casal di Pincipe per concludersi a Napoli il 21  marzo. Per quest?occasione saranno disponibili in anteprima le copie  del fumetto sulla vita e l’eredità del parroco della chiesa di San  Nicola, a Casal di principe barbaramente assassinato 15 anni fa..

–Rivist@online
www.rivistaonline.com
www.roundrobineditrice.it
Via Malaga 14 - 00144 ROMA
Tel 06.83503490
Fax 06.99939932

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

3 risposte ↓

  • 1 daniele // 18 Mar 2009 alle 11:53

    http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/cronaca/camorra-8/camorra-8/camorra-8.html

    Un articolo di Saviano

  • 2 Valerio M // 19 Mar 2009 alle 12:17

    una vita spezzata a 36 anni e le tante vite spezzate fino adesso e, almeno per ora, non sembrano esserci segni consistenti e strutturali di ribellione a tutto questo…ne usciremo mai ??

  • 3 daniele // 19 Mar 2009 alle 16:18

    Oggi a Casal di Principe

    Don Ciotti chiede “meno parole e più fatti” e aggiunge riguardo alla chiesa: “Serve una linea di fermezza, bisogna ribadire sempre l’incompatibilità tra l’azione criminale e il Vangelo”.”Fuori dalla chiesa uomini e donne di mafia. E’ incredibile che al matrimonio di Totò Riina c’erano tre preti che celebravano la messa”. Quindi l’appello finale: “La chiesa, tutta la chiesa respinga le ambiguità”.

Lascia un commento