fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

COSI’ DIVERSI, COSI’ UGUALI

14 Febbraio 2009 · Nessun Commento

Mentre l’aereo toccava la pista di Fiumicino ieri sera mi chiedevo se l’esperienza dello stage - la quarta ormai - potevo metterla nella cesta delle cose belle, quelle che ti restituiscono il senso e la gioia di vivere con e per gli altri. E mentre si scatenava il concerto delle suonerie prima e delle voci subito dopo (”sono a terra”, “tra dieci minuti arrivo”, “dove hai parcheggiato?”, “no, un po’ di ritardo come al solito”) qualcosa dentro mi diceva che sì, quei 42 adolescenti/giovani, Antonella e gli altri insegnanti, quelle suore, quelle ragazze, quel regista, io, Francesca, Sergio, Monica, Alessia, Miriam, Renzo, insomma tutta quella umanità dentro al contenitore sempre bellissimo della casalpina aveva vissuto una bella cosa. Niente di assoluto, niente di storico, niente di eccezionale. Ma una bella esperienza formativa. Quanto piacere nel lasciar lavorare nella testa questa parola. Contenuti, relazioni, lavagna, poiettore, testimonial, dibattiti, performance teatrale, pranzi e cena, notti un po’ trasgressive, servizi a tavola. Il tutto legato insieme dal collante della formazione, vale a dire dalla passione, dalla convinzione, dalla scelta che sia possibile scambiare vita, scambiare informazioni, plasmarci a vicenda. E il mio pallino dello scambio tra generazioni; dove l’adulto non gioca  a fare il giovanilista e il giovane non pretende di esserlo quando è bello e non esserlo nei momenti della responsabilità. Mentre la macchina filava verso casa, laggiù sulla pianura pontina un avanzo di luna piena mi diceva che erano passati cinque giorni, che la neve era lontana, che il GPS indicava altre coordinate.

Nella cesta delle cose belle, certamente.
E su Youtube un omaggio a sorella neve e alla casalpina
e un articolo sul sito FMA Piemonte

fra Beppe

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento