fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

CIAO ADRIANA, GRAZIE!

19 Luglio 2013 · 7 Commenti

Venerdi 19 luglio 2013 alle 4 del mattino è andata a Dio per sempre Adriana Barontini, moglie di mio fratello Fabio. Era a Champorcher per un po’ di recupero, ma giovedì era stata ricoverata all’Ospedale di Aosta. Due foto per ricordarla, scelte a caso, in momenti di famiglia e di gioia. Le infinite altre, con Fabietto con i figli con gli amici, quelle sono nel cuore di ciascuno di noi.

STASERA, SABATO 20 LUGLIO, si pregherà per Adriana durante la Messa delle 18 nella parrocchia Madonna della Guardia di Torino. Il funerale si svolgerà LUNEDI 22 A GENOVA NELLA PARROCCHIA DI SAN FRUTTUOSO (Piazza Martinez) ALLE 11.45

Ed è già “grazie” per gli innumerevoli amici e conoscenti che ci hanno contattato per esprimere il dolore, le con_doglianze, la fede e la gratitudine. Il Signore vi ricompensi! In particolare i miei confratelli della mia Provincia religiosa.

f b

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

7 risposte ↓

  • 1 Giuseppe Cotellessa // 19 Lug 2013 alle 13:38

    Sentite condoglianze di cuore.

    Giuseppe Cotellessa

  • 2 Suor marghe // 19 Lug 2013 alle 20:49

    Grazie Adriana, anche se per poco, anch’io ho avuto la gioia di conoscerti e di starti vicina!
    Il Signore ti accolga tra le sue braccia ed insieme a Lui benedici e consola i tuoi cari e chi ti ha conosciuta.

    Se Mi ami non piangere ( S. Agostino)

    Se conoscessi il mistero immenso
    del Cielo dove ora vivo,
    questi orizzonti senza fine,
    questa luce che tutto investe e penetra,
    non piangeresti se mi ami!
    Sono ormai assorbito nell’incanto di Dio
    nella sua sconfinata bellezza.
    Le cose di un tempo sono così piccole al confronto!
    Mi è rimasto l’amore di te,
    una tenerezza dilatata
    che tu neppure immagini.
    Vivo in una gioia purissima.
    Nelle angustie del tempo
    pensa a questa casa ove un giorno
    saremo riuniti oltre la morte,
    dissetati alla fonte inestinguibile
    della gioia e dell’amore infinito.
    Non piangere se veramente mi ami!

    Con affetto e preghiera
    Suor marghe

  • 3 paola // 20 Lug 2013 alle 21:24

    mi unisco anch’io vi sono vicina anch ‘io l’ho conosciuta a SUSA e a petit rosier era una donnina minuta , fragile. delicata ma dolcissima..
    io la ricordo così poi quando ho saputo che era stata maestra elementare…ho pensato albene che che ha voluto ai suoi alunni e alla scuola
    è volata in cielo….vi sono vicina p beppe marta donatella e fabio. paola

  • 4 tea // 21 Lug 2013 alle 20:56

    Ciao Adriana,
    ieri sera nella mia piccola parrocchia di S. Maria Assunta di Guazzora (Alessandria) diocesi di Tortona, dove tu hai transitato per il tuo ultimo viaggio verso Genova, abbiamo pregato per te nella Messa celebrata da Don Giovanni Battista;
    Alla stessa ora mia sorella M.Maddalena, in vacanza in montagna, ha ascoltato la S. Messa in tuo suffragio nella grotta della Madonna di Lourdes presso i Padri Filippini di Carbonare di Folgaria (Trento) concelebrata da suo marito (e mio cognato) Ernesto, diacono e da Padre Giuliano. Con mia sorella Adele ringraziamo Beppe per la foto che ha pubblicato sopra nel giorno in cui abbiamo festeggiato Fulvio, tutti insieme, nel suo settantesimo compleanno. Resterai nei nostri cuori anche con il sorriso di quel giorno e resterai con la tua dolcezza, la tua sapienza, il tuo amore incondizionato per gli altri…per gli ultimi….

  • 5 francesco // 22 Lug 2013 alle 10:45

    condoglianze a te e famiglia.

  • 6 Giuseppe Cotellessa // 22 Lug 2013 alle 12:15

    Mi sto impegnando al massimo per dare all’umanità qualcosa di più di una semplice speranza.
    Penso che dire qualcosa di positivo, anche se può sembrare fuori luogo in questo contesto, può essere di consolazione per chi è stato colpito duramente nell’affetto più caro e generare qualche sollievo ristoratore.
    Ed essere di consolazione anche per Padre Francesco Crovella , P. Giuseppe Scano, P. Nicola Gianotti, P. Francesco Pastorello il sapere che la loro dedizione e il loro impegno profuso per la migliore preparazione delle generazoni future hanno portato buoni frutti.

    Potete vedere queste notizie positive su

    http://marcolarosa.blogspot.it/

    e commenti su http://marcolarosa.blogspot.it/2013/04/il-genio-italiano-nonostante-tuttonon-e.html

    Giuseppe Cotellessa

  • 7 Giuseppe Cotellessa // 29 Lug 2013 alle 10:42

    Ognuno di noi fa parte di un anello della catena più grande costituta dall’umanità. E’ importante lasciare un piccolo ricordo scritto di ciascun di noi, come singolo anello, a memoria di quanti seguiranno per far comprendere loro che la loro esistenza è una conseguenza di scelte precedenti come è avvenuto per la nostra esistenza. E’ importante prendere coscienza che la nostra esistenza non è un evento singolo fine a se stesso. Abbiamo dei legami con quanto ci hanno preceduto ed avremo dei legami con quanti ci seguiranno. Ed ogni nostra decisione avrà effetto non solo su di noi ma anche su quanti ci seguiranno

    Giuseppe Cotellessa

Lascia un commento