fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

STASERA IL CUORE MI DICE. ANDREA GALLO PRETE E’ IN CIELO

25 Maggio 2013 · 7 Commenti

E’ stata una giornata perfetta! E se me lo dicono i ragazzi della san Benedetto ci posso credere. Loro non fanno sconti né diplomazie. La giornata perfetta che don Andrea voleva, sognava e ha preparato per il suo funerale cristiano e anche laico. Una giornata perfetta.

Ah si? E i bulacchi d’acqua? Per i non genovesi: la pioggia fitta e improvvisa che si paragona a secchiate, a bulacchi appunto.

Ah si? E le lacrime irrefrenabili dei tuoi ragazzi?

Ah si? E l’inizio dell’omelia del tuo Vescovo che sembrava una pagina di Wikipedia alla voce “Gallo don Andrea”?

Ah si? E la chiesa del Carmine che non bastava si e no per 500 persone e le altre 9500 fuori?

Ah si? E l’incenso previsto dalla Liturgia Romana per le esequie che qualcuno - guarda un po’ - ha dimenticato? Che bello sarebbe stato vederti avvolto di fumi di incenso e non dal solito maleodorante - per un non fumatore - fumo di toscano!

Insomma Andrea se questa è una giornata perfetta?

Sì, sì lo è stata.

Bari, Roma, Val di Susa, Torino, Novara, Verona, Firenze, Avellino, Genova naturalmente. So che ne mancano di provenienze, di persone, di comunità, di cittadini. Anarchici e suore, bambini e anziani, camalli della Fiom e Gad Lerner, Moni Ovadia ebreo e cappuccini di Sanremo, cantanti e sindaci, bandiere rosse , rosse e e nere, rossoblu, NoTav, della Pace arcobaleno. Don Ciotti e tanti preti e frati di strada di comunità di cooperative. E fazzolettoni scout. Alle finestre striscioni , sui muri slogans, per strada battimani ritmati come da 1° maggio, quasi una processione laica. Bella Ciao.

Abbiamo salutato la salma di don Andrea Gallo.

Nel modo più popolare, inclusivo, bello, alto che si potesse.

Ora io, credente, ti prego “chiedi al Signore ciò di cui sapete che noi abbiamo bisogno per andare avanti”.

SEMINARE SPERANZA, non è mica una parola d’ordine, né tantomeno una bella preghierina del mattino. Se ci metto sempre la maiuscola lei diventa Speranza, uno degli atteggiamenti robusti che lo Spirito di Dio dona e alimenta nei nostri cuori. Per i professionisti teologi cristiani: lei diventa una virtù teologale. Ops, parola tecnica, vuol dire semplicemenete che è un dono, è un regalo di Dio; a noi tocca custodirla, coltivarla.

SEMINARE SPERANZA, OK, ci proveremo caro Andrea, ogni giorno, dovunque, con scelte concrete. Altrimenti il nostro essere stati vicino a te oggi sarebbe vuoto e inutile.

O bella ciao,
o bella anima di Dio
o bella anima degli  uomini,
o bella anima di prete
o bella coscienza di cittadino.
Ciao.

E da instancabile professore ti devo fare una domanda: senti Andrea: ma questa non era l’occasione più facile, la situazione provvidenziale e messa su un piatto d’argento perché la Chiesa, i suoi uomini, i suoi chierici si buttassero in mezzo alla gente, in incognito, in silenzio, senza protezioni né privilegi di posti assegnati dal ruolo e ascoltasse, ascoltasse, ascoltasse, ascoltasse? Le persone parlavano, piangevano, cantavano, si abbracciavano, si sentivano già sole senza di te, e urlavano dal loro cuore la nostalgia di Gesù il guaritore, di Gesù il misericordioso, di Gesù l’ascoltatore, di Gesù il capofila, di Gesù il pastore, di Gesù che muore con/per noi. Sì ne sono  convinto quanto te.

Che lo Spirito Santo ci conceda di puzzare dell’odore del nostro gregge. Tu Andrea non ti lavare mai, per favore. Ti vogliamo riconoscere dal fiuto, se e quando arriveremo in Cielo.

Ti voglio bene.

f b

vivere ore così con testimoni e amici è una grazia, un sostegno.

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

7 risposte ↓

  • 1 simonetta // 26 Mag 2013 alle 06:26

    grazie!

  • 2 Simona // 26 Mag 2013 alle 09:07

    ho seguito in tv
    guardavo e nel cuore si mescolavano preghiere e sensazioni
    e mi venivano in mente le parole “vere e accorate” e la condivisione, anche lei con la C maiuscola, di altri “grandi”,in altri momenti della mia vita
    ed in alcuni di quella di oggi
    e… con commozione ho capito che SONO TANTI
    e che il Bene
    spesso resta nascosto MA C’E’
    che la Fatica non è vana
    che la Speranza non è vana
    e che invece sono la più bella preghiera che possiamo fare
    e così in una giornata un po’ “storta”, bagnata, com’è? a bulacchi d’acqua?
    ho riscoperto con Gioia il senso del mio umile cammino
    GRAZIE
    anche io, umilmente, per come so, per come posso,
    SONO CON VOI

    (Tonino Bello)
    Chi spera cammina,
    non fugge!
    Si incarna nella storia!
    Costruisce il futuro,
    non lo attende soltanto!
    Ha la grinta del lottatore,
    non la rassegnazione
    di chi disarma!
    Ha la passione
    del veggente,
    non l’aria avvilita di chi
    si lascia andare.
    Cambia la storia,
    non la subisce!

  • 3 fabio giunti // 26 Mag 2013 alle 16:21

    Caro fratello, sei grande!!! Complimenti davvero, io sarei stato più ….pungente. Ma va benissimo così. Bacioni, Fabio

  • 4 paola // 26 Mag 2013 alle 16:55

    si anch’io l’ho visto p beppe in tv…e mi son detta guardalo là io don gallo non conoscevo ma secondo deve essere un vero uomo di strada in mezzo alle gente povera e un vero uomo di DIo…
    secondo me in paradiso,,, paola
    ce ne fossero tanti di preti così paola

  • 5 Anna Maria // 26 Mag 2013 alle 17:30

    “Che lo Spirito Santo ci conceda di puzzare dell’odore del nostro gregge. Tu Andrea non ti lavare mai, per favore. Ti vogliamo riconoscere dal fiuto, se e quando arriveremo in Cielo”. Anche per questo, non solo per questo, grazie Beppe.

  • 6 Alessandra // 29 Mag 2013 alle 09:13

    Grazie di cuore, leggo con rammarico tanti articoli/commenti avvelenati su siti “di Chiesa” rispetto ai funerali di don Andrea … mi rasserena tanto leggere il tuo caro Fra Beppe: una carezza per l’anima.

  • 7 fulvio giunti // 29 Mag 2013 alle 18:09

    dolcissimi fratelli e…non!
    a volte, e questa è stata una di quelle, ci si trova anche se non ci si cerca!
    il don se ne è andato…un comunista vero se ne è andato e quelli fasulli sono restati! così da una amica è stato commentato il fatto… ho impiegato molto tempo a tacere, qualcuno si è sentito in dovere di parlare…ed ha sbagliato parole! forse il generale non conosce la guerra di trincea, quella di strada, quella che produce sempre una vittoria per ognuno di noi.
    La vittoria per aver preso per mano qualcuno ed aver camminato un pò assieme…

Lascia un commento