fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

NON CHIEDERTI COSA PUO’ FARE LA SCUOLA PER TE, MA COSA PUOI FARE TU PER LA SCUOLA

16 Ottobre 2008 · 4 Commenti

Segnalo una raccolta di firme in contrasto alla mozione della Lega a firma Coda di cui parlo in altro articolo, chi vuole navighi fin qui e FIRMI, fra Beppe

http://www.firmiamo.it:80/controilrazzismonellascuola

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

4 risposte ↓

  • 1 ermagister // 16 Ott 2008 alle 21:51

    ti segnalo sul tema questo articolo (tra l’altro di una prof napoletana approdata a genova)

    http://www.ilcircolo.net/lia/1788.php

  • 2 luciano // 17 Ott 2008 alle 12:53

    Caro Beppe, io non so come tu la pensi, ma anche questa volta chiamiamo le cose con un nome diverso da quello che sono, e sicuramente facciamo una strumentalizzazione politica in un momento di estrema confuzione su tutto lo “scacchiere”.
    La questione è empirica, e cioè basterebbe verificare cosa accade quando un ragazzo che non conosce una parla d’italiano entra i una classe di italiani. Di solito ci sono vari problemi di integrazione perchè il ragazzo il più delle volte è già dall’inizio retrocesso (è più grande di tutti i suoi compagni). Lui ragiona in maniera diversa, ed il più delle volte crea problemi non per cattiveria ma per evidente disorganizzazione della questione. In una situazione di forte espansione del fenomeno, è chiaro che i nodi sono venuti al pettine.
    E sono anche d’accordo con l’insegnante napoletana, e per esperienza diretta. Sono stato in Inghilterra, ed ho studiato inglese in una scuola pubblica, ma nel dipartimento per persone straniere. L’integrazione era fatta da nozioni e non dal fatto che stavo o non stavo in banco con un inglese. Ma da noi questio prende il nome di razzismo.
    Io non sono assolutamente esterofilo, ma siamo un paese strano.

    Un saluto.

  • 3 Maura // 17 Ott 2008 alle 16:10

    Mi trovo per chissà quale strano destino a fare le ore di alternativa in due scuole medie. In una classe stiamo imparando a leggere il giornale e un ragazzino ha voluto leggere un articolo riguardante questo argomento. Finito di leggerlo ho chiesto loro cosa ne pensassero e alcuni di loro mi hanno risposto che in effetti molte volte lo straniero in classe viene emarginato nessuno lo segue…l’insegnante deve seguire la classe e non riesce a insegnare l’italiano al singolo o a pochi; quindi sarebbe meglio imparare l’italiano e poi essere inseriti nelle classi. Nella mia breve esperienza d’insegnante ho visto ragazzi stranieri inseriti in classi non corrispondenti alla loro età per permettere loro di imparare l’italiano…insomma ripetono l’anno ma imparano l’italiano. Ora che l’idea sia venuta alla Lega fa pensare a forme di discriminazione, però bisogna vedere le cose in modo più oggettivo possibile.

  • 4 Willa // 15 Lug 2014 alle 09:31

    Magnificent web site. Plenty of useful information here.
    I’m sending it to some pals ans also sharing in delicious.

    And certainly, thanks on your effort!

    Visit my webpage Advogado familia (Willa)

Lascia un commento