fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

Omelia della Festa della Santa Croce

14 Settembre 2008 · 1 Commento

Vangelo Gv 3, 13-17

In quel tempo Gesù disse a Nicodemo: “Nessuno è mai salito al cielo, fuorché il Figlio dell’uomo che è disceso dal cielo. E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna”. Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui.

 
icon for podpress  Omelia della Festa della Santa Croce [09:28m]: Play Now | Play in Popup | Download

Tags: GOSPELMEDIA

1 risposta ↓

  • 1 arabafenice // 6 Ott 2008 alle 08:24

    Dopo una lunga e sofferta malattia mio marito (di anni 48) è morto proprio il 14 settembre. Penso ci sia - per ognuno di noi - un destino anche per le date di nascita e di morte. E’ morto sereno, in grazia di Dio. Penso non sia un caso che sia morto proprio il giorno in cui si celebra l’esaltazione della Croce. Il suo dolore, le sue sofferenze fisiche, la sua lenta agonia hanno trovato “sollievo” e forse anche un “senso” nella condivisione con Cristo della Croce. A noi che rimaniamo rimane un senso di vuoto e di disperazione ma anche la consapevolezza che il dolore, attraverso la Croce, può diventare fonte di Amore per coloro che ci stanno accanto.

Lascia un commento