fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

I CRISTIANI ADULTI SI FACCIANO UNA PROPRIA AUTONOMA IDEA

2 Ottobre 2010 · 5 Commenti

Pensa un po’ “bisogna contestualizzare le cose e quindi Adamo trovandosi davanti alla situazione di dover rovinare il suo primo matrimonio oppure di dover rattristare il Padreterno ha scelto la seconda ipotesi, sapendo che poi le cose si sarebbero aggiustate” Oppure “Giuda era sottoposto ad una pressione dell’opione pubblica manipolata dai giornali comunisti, pardòn farisaici e quindi in quel contesto…” oppure “la migliore amica di mia moglie era veramente una strafiga pazzesca quest’estate al mare e in quel contesto una simpatica serata allietata da una striscia di coca…”.

Così abbiamo imparato da Monsignor Fisichella che «Bisogna sempre in questi momenti saper contestualizzare le cose e, certamente, non bisogna da un lato diminuire la nostra attenzione, quando siamo persone pubbliche, a non venir meno a quello che è il nostro linguaggio e la nostra condizione; dall’altra credo che in Italia dobbiamo essere capaci di non creare delle burrasche ogni giorno per strumentalizzare situazioni politiche che hanno già un loro valore piuttosto delicato». Capito mi hai? Tu mi dici quello che io devo dire e io lo dico!

f b

l’Osservatore Romano: “Deplorevoli battute” che offendono “il sentimento dei credenti” e “la memoria sacra dei sei milioni di vittime della Shoah”: così il quotidiano della Santa Sede, in un articolo di cronaca, definisce le barzellette raccontate da Berlusconi.

VEDETE VOI

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

5 risposte ↓

  • 1 Anna Maria // 3 Ott 2010 alle 07:48

    Hai ragione a scrivere “adulti”, dal momento che il male maggiore è proprio il rifiuto dei più a uscire dallo “stato di minorità di cui siamo responsabili” (Kant, Che cos’è l’illuminismo, 1784). L’auspicio, per continuare con le parole di Kant, è che accidia e viltà, gli ostacoli all’esercizio del discernimento, siano finalmente rimossi. “Sapere aude!”: questa massima non mi sembra applicata da molti che, almeno per l’anagrafe, adulti sono.

  • 2 Marzia // 3 Ott 2010 alle 15:03

    Ignoravo quanto detto dal Monsignore ,F.B., ma forse sono nella norma.
    Due pesi e due misure?
    Quoto Anna Maria che faccio prima, va.
    Diventare adulti, caro Padre Beppe ?
    Non mi pare che facciano granchè per avviare questo oneroso processo al quale urgono umiltà, forza d’animo… ed una serie di altre “quisquilie”.

  • 3 Marzia // 3 Ott 2010 alle 15:06

    E mi fermo qua perchè di qesto argomento è come parlare di corde a casa dell’impiccato
    ( ho le sorelle beghine che mi vedono come un inciampo e posso dire senza pentimenti che mi temono…ma se son così innocua! :P )

  • 4 Marco // 4 Ott 2010 alle 11:35

    Bisogna contestualizzare:
    Se bestemmia un poveretto mentre appende un chiodo e si martella il pollicione, va all’inferno.
    Se bestemmia uno che mi toglie l’ICI, mi paga gli insegnanti di religione che scelgo io, mi da’ un po’ di soldi in forme varie, mi incensa in pubblico, allora, su’, e’ veniale.

    I comandamenti sono elastici, vanno contestualizzati.
    Niente comunione ai divorziati. Beh, a meno che non siano al governo e abbiano una cappella a casa loro.

    Incomincio a non poterne piu’.
    Scusa Beppe, ma una delle grandi differenze con i protestanti non e’ che noi riconosciamo alla chiesa un ruolo di guida e di continuazione della missione di Cristo in terra?
    Se e’ cosi’, divento valdese!

    Lo so, la Chiesa e’ varia.
    Ci sono anche i missionari, i preti di frontiera, i volontari.

    Ma sono stufo di Fisichella, dello IOR, di avere come fratello di fede Lefebvre e non i preti della teologia della liberazione.
    Sono stufo di una Chiesa “ufficiale” in cui gli ultimi sono imporantti a parole ma i primi sono importanti nei fatti.
    Sono stufo di una Chiesa che “ha gli stessi valori della Lega” (sempre Fisichella, grande!!!)

    Sono stufo.
    Lo so, e’ colpa mia e della mia poca fede.
    Ma io sono stufo!

  • 5 marina // 6 Ott 2010 alle 12:36

    Concordo in pieni quanto detto da Marco. Sono stufa anche io ma con la differenza che io di fede spero di averne un pochino di più. Come cattolica praticante sono veramente disorientata. Non mi riconosco nelle parole di Fisichella, non mi riconosco negli “intrallazzi” bancari e finanziari della Chiesa romana, non mi riconosco in quei prelati che avallano la politica e i politici corrotti e di dubbia onestà. Ma la madre Chiesa dove è? dove vive? quali ambienti frequenta? Marco siamo in due a non poterne più.

Lascia un commento