fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

OMELIA DELLA XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO 2010

27 Giugno 2010 · 2 Commenti

omelia-xiii-domenica-tempo-ordinario2010

icon for podpress  Other Media: Download

Tags: GOSPELMEDIA

2 risposte ↓

  • 1 Marzia // 28 Giu 2010 alle 23:56

    Questa tua me la ascolto con un pò di ritardo ( son dovuta rientrare in città di corsa), ma sempre con gioia mi risuonano le parole che veicolano la Parola annunciata oltre 2000 anni fa.
    :)

  • 2 Marzia // 29 Giu 2010 alle 10:41

    Ti ho ascoltato con attenzione rinnovata, ma stavolta ti lascio una domanda che forse suonerà provocatoria e forse lo è.
    Te la lascio perchè ho i miei sani dubbi, anzi ho più dubbi che certezze.
    Nell’Omelia ti sei focalizzato sul tema delle vocazioni. Bene.
    Verso la fine, tirando le conclusioni a commento delle risposte di Gesù, hai fatto una affermazione che conosco ( sono stata praticante): tutti sono chiamati non solo i sacerdoti, suore ect.
    E son stati chiamati in forza del Battesimo.
    Io eccepisco, son certa che non me ne vorrai.
    Ma quello è stato somministrato ( non so s eil verbo è adeguato) in una età di inconsapevolezza di sè.
    Gli stessi sacramenti della 1 Comunione e della Cresima, e non ti rivelo realtà ufologiche, sono passaggi che vengono dalle mamme, dalle famiglie, dal contesto, insomma, non dalla scelta consapevole della persona.
    Penso a mia nipote Rosaria che a 12 anni ha appena avuto la Cresima, o Confermaizone.
    Avrei voluto esserle madrina, ma mia sorella ( sua mamma) non mi ha ritenuto idonea perchè non son praticante, ergo, non sono un buon esempio per sua figlia.
    A quale chiamata ti riferisci ( e quale chiamata può dirsi tale) se tutto non viene “regolato” tra te e il Signore?
    Scusami la lungaggine.
    Puoi rispondermi in pvt, Padre Beppe, se ti sembra il sistema migliore.
    ( la comune amica ha il mio indirizzo )
    Buona settimana :)

Lascia un commento