fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

LE BRIOCHES IL TRAM E IL CALDO

2 Agosto 2008 · 3 Commenti

Le nostre sorelle di Porta Palazzo sono venute a prenderci all’Arsenale della Pace con abbondanti  brioches e ci hanno accompagnato alla stazione, fra tram ed autobus. Il che dimostra che il cuore e la simpatia hanno ancora cittadinanza fra di noi. Grazie, ci avete addolcito il viaggio di ritorno. Che è andato via liscio fra quattro ore di sonno di Alessandra - e poco meno delle fanciulle nell’altro scompartimento - lunghe risate e chiacchierate con le scout d’Europe de L’Aquila ritrovate sullo stesso treno e anche la brutta notizia che il tornado di iera sera, che per noi è stato alla fin fine niente più che un’avventura, è invece costato la vita ad una persona ed ha lasciato parecchi danni dietro di sé. Appena il tempo di realizzare quanto caldo fa e già ci sparpagliamo per un’altra fetta di estate e di vacanze, tra mare e montagna, ma quando le strade si riuniranno ci aspetta il CD e il progetto di un altro anno, che non potrà essere banale dopo una settimana così. Grazie.

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

3 risposte ↓

  • 1 suor manuela // 3 Ago 2008 alle 00:00

    Grazie di questo miracolo che siete!
    Ho seguito le vostre avventure, ho ringraziato Dio per l’esperienza che avete fatto, ho pregato per voi. Il Vangelo di domani racconta che i discepoli rispondono un po’ scoraggiati che non hanno altro che 5 pani e 2 pesci… Beh, se qualcuno non avesse messo a disposizione “almeno” quello, il miracolo non sarebbe potuto avvenire (forse).
    Grazie a voi per aver messo a disposizione pani e pesci, grazie per il miracolo che avete reso possibile, quel miracolo che avviene nel momento in cui ciascuno di voi contagia qualcun altro con la carica ricevuta da questa settimana torinese, o nel momento in cui qualcuno legge le vostre avventure in questo blog. Come è capitato per me. Grazie!

  • 2 monina // 4 Ago 2008 alle 16:08

    ciao fra beppe!
    un saluto da simona, la scout(essa) aquilana, alle prese con le lavatrici, lo zaino, le foto…
    sono approdata sul tuo blog e sto ancora familiarizzando, ma intanto ne approfitto per salutare te e i romanacci che ti porti dietro (o viceversa?!?)
    il viaggio in treno è stata la degna conclusione di una settimana che per me ha significato soprattutto una nuova apertura verso il mondo, verso le persone più o meno lontane con cui posso “entrare in contatto”.
    in questa settimana in molti avete lasciato un segno… in questa settimana ho viaggiato soprattutto con la mente…
    aspettando che le nostre strade prima o poi si rincrocino, ti saluto alla maniera scout:
    BUONA STRADA!

    ps:
    frasi cult dal SERMIG:
    -bitonto, bitonto mio…
    -il chiccho di riso
    -oreste
    -il macaco
    -nandooo!!
    -ibiza
    -”o melon” e “o melaun”

    (si accettano contributi da Valerio&co)

  • 3 Valerio il romano napoletano // 5 Ago 2008 alle 11:05

    Troppe cose da dire e troppo poco tempo per far organizzare i pensieri al mio neurone solitario !
    Vai con la prima lista di commenti:
    1) Paola e Julietta sono state incommensurabili; a partire dalle brioches mattutine che hanno sollazzato la prima parte del viaggio in treno (dopo ci ha pensato Beppe;), per continuare con la granita siciliana che ha sollazzato la seconda serata di Gividì nel dopo pizza, per poi concludere, a ritroso, con i canti e i balli durante la messa a Porta Palazzo! Voto 10: se non ci fossero bisognerebbe inventarle!
    2) Beppe: Voto 10: uomo spogliatoio, ma anche confessionale, durante la settimane, in treno dà il meglio di sè con battute di cabaret degne del miglior zelig ! Se non ci fosse…staremmo tutti più tranquilli !
    3) Simona & Le Scout: una continua scoperta…ma era meglio se non le scoprivamo ;) Grande gruppo che ha tenuto duro tutta la settimana nonostante i Bitontini, i chicchi di riso e gli infortuni!Voto 10.
    PS Altre espressioni cult che potremmo catalogare nella sezione “nuove scoperte”:
    4) il pantografo: aggeggio che sta sulle carrozze dei tram utilizzato per trasmettere l’elettricità alle vetture del tram
    5) i trabattelli: quei mostri di legno sparsi per l’arsenale a forma di mega-scala usati come impalcature per i lavori o anche per tenere le armi nei tempi andati. Un ringraziamento ad Alberto che è venuto sempre a cercare Stefano e me per tutti i lavori “di concetto” dell’arsenale (spostare i trabattelli, spostare le panchine di acciao, spostare l’auditorium e anche il prato dei popoli con alberi inclusi!)
    PPS Alla sezione frasi cult “pure”:
    - CIAPPE…CIAPPE…CIAPPE, CIAPPE, CIAPPE! il nuovo tormento dell’estate! Voto 10 alla truppa di Bitonto per averci fatto scoprire il ballo-di-gruppo-del-secolo!

    - Hasta Orieste Siempre !

    Per ora avrei finito…anche perchè sono sommerso dal lavoro giornaliero che svolgo non gratuitamente per la mia insopportabile azienda!

Lascia un commento