fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVINEZZA…DI DON ANDREA

17 Luglio 2008 · 3 Commenti

Non lo sa nessuno, ma in questi giorni, a Genova, si svolge un altro evento di grazia e benedizione: un prete festeggia la sua giornata della giovinezza, sì don Andrea Gallo festeggia 80 anni. E la città lo abbraccia, lo ringrazia e, come si usa nei caruggi e sotto la Lanterna, con qualche mugugno nemmeno troppo sottovoce gli dirà la propria stima e l’affetto. Si può non essere d’accordo con Andrea, col suo linguaggio, con la sua ruvidezza partigiana, con le sue scelte. Ma io penso a tutti quei giovani che ha incontrato in ore impossibili, in situazioni impossibili e che si sono sentiti amati, accettati, accolti. Davvero Andrea ci testimonia che loro non hanno bisogno di adulti perfetti, ma di adulti presenti. E Andrea c’è. Grazie

fra Beppe

notizie e approfondimenti

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

3 risposte ↓

  • 1 daniele // 18 Lug 2008 alle 11:58

    Un link dal sito di Repubblica

    http://xl.repubblica.it/dettaglio/72500

  • 2 SIMONA // 19 Lug 2008 alle 14:24

    Si concordo…..da educatrice poi………….spesso si rischia di risultare “scomodi”…..beh in questo caso peggio,perchè,si sa,molti sono pronti a puntare il dito,soprattutto sui preti……….Almeno don Gallo ha avuto il coraggio di rischiare….Madre Teresa diceva:”ieri è già passato,oggi è qui,domani deve ancora arrivare.Cosa aspettiamo a partire?”

  • 3 "Feynman" Andrea // 20 Lug 2008 alle 19:33

    Questa volta non mi trovo del tutto in accordo, nel senso che va benissimo la festa di don Andrea Gallo, ma perchè farla a spese del Comune, cioè di tutta la cittadinanza? Mah…

    Di don Gallo qui si sentono pareri molto discordanti. Mi ripropongo sempre di andare ad una sua Messa per conoscerlo più da vicino, ma poi rimando sempre.

    In ogni caso sarebbe bello che don Gallo non solo aiutasse tanti bisognosi di cui nessuno si occupa, ma che facesse cadere i suoi insegnamenti anche nel solco preparato dal contadino che l’ha preceduto, ossia dalla Chiesa (vedi spinelli, droge, anticoncezionali, ecc).

    Un saluto da Zena!
    Andrea

Lascia un commento