fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

AUGURIO A TE CHE NAVIGHI

1 Gennaio 2010 · 7 Commenti

Ho scelto una immagine, l’ultima che ho scattato a Saint Nicolas partendo per tornare a casa, a Roma, e un testo che era caro a San Francesco d’Assisi, con una piccola modifica personale, che gli esegeti non condivideranno, ma i bambini sì: sono il mio augurio per il nuovo anno, il venti_dieci.

Dal libro dei Numeri 6, 22-27

Il Signore parlò a Mosè e disse: «Parla ad Aronne e ai suoi figli dicendo: “Così benedirete gli Israeliti: direte loro:
Ti benedica il Signore
e ti custodisca.
Il Signore faccia risplendere per te il suo volto
e ti faccia un grande sorriso.
Il Signore rivolga a te il suo volto
e ti conceda pace”.
Così porranno il mio nome sugli Israeliti e io li benedirò».

f b

Dio non gioca a dadi con l’universo ( Einstein), ma noi giochiamo a tombola e ci divertiamo!!!!

Tags: PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

7 risposte ↓

  • 1 Marta // 1 Gen 2010 alle 12:05

    Ricomincia,
    anche se senti la stanchezza,
    anche se il successo ti abbandona,
    anche se un errore ti fa male,
    anche se un tradimento ti ferisce,
    anche se un’illusione si spegne,
    anche se il dolore brucia gli occhi,
    anche se i tuoi sforzi vengono ignorati,
    anche se l’ingratitudine è la tua ricompensa,
    anche se l’incomprensione ti mozza il sorriso, anche se tutto rimane nell’indifferenza, ricomincia.

    Lo fa anche Dio il quale sempre ricomincia, con te.

    Buon cammino in questo anno che comincia!
    Marta

  • 2 Anna // 1 Gen 2010 alle 20:55

    Stamattina alla messa delle 11, al santuario della Consolata (il rettore ha detto che si può trovare su internet) mi sono ricordata alcune parole di monsignor Pollano.
    Spiego perché do questi dettagli. Per molti anni, per i pochi torinesi che vanno a messa, la messa delle 11 alla Consolata è stata “la messa di Pollano” (adesso non più) e c’era una domanda ricorrente” Che cosa fai domenica? Vieni alla messa di Pollano? Ci vediamo?” Oppure “sai chi ho incontrato domenica alle 11 alla Consolata?”
    Non è strano perciò che ascoltando le letture, la mia preghiera, la mia risposta alla benedizione di Aronne: “Il Signore faccia risplendere per te il suo volto” sia stata:
    ” Il tuo volto Signore io cerco”.
    Infine scrivo questo commento! Sono andata a cercare gli appunti. Gli appunti sono miei, presi da una lezione di mons. Pollano sulla preghiera.
    “Dio è vicinissimo, anche quando lo sentite lontano.
    Ci solleva il volto: guardami, perché io ti sto guardando.
    E’ bello il volto di Dio.
    La preghiera sbocca di qua. Senza volto dell’altro non c’è nessuna relazione.
    Accorgetevi che siete di Dio e Dio è vostro. Percepitelo dentro. Solo la relazione con Dio dà la felicità.
    Spesso le nostre relazioni si sono rivelate illusorie, nessuna relazione umana è assoluta.
    Ti guardi attorno, vedi qualcuno e… tenti.
    Prima di cercare qualunque altro volto, ricordati di Dio!”
    Sarebbe carino che questa esortazione con la precisazione di P. Beppe “che ti sorride” ci accompagnasse nell’anno nuovo, così possiamo augurarci una vera felicità.

  • 3 Silvia Michelini // 1 Gen 2010 alle 21:16

    ciao Beppe… Girovagando ti ho trovato!!!
    Giusto in tempo per augurarti un buonissimo nuovo anno e per augurare ai tuoi fedelissimi “tifosi “segusini di rivederti presto, almeno come turista…
    Silvia Michelini & famiglia

  • 4 paola // 1 Gen 2010 alle 21:23

    Grazie fra,e buon anno..mi manchi tanto…..e continuo a camminare anche faticosamente e solitariamente grazie fra PAOLA.

  • 5 Anna Maria // 2 Gen 2010 alle 10:05

    Grazie, fra Beppe, per averci invitato a iniziare l’anno nel segno della “berakah di Aronne” (come vedi, proseguo nella lettura del libro che mi hai prestato); il tuo suggerimento e la tua modifica mi hanno spinto a riprendere in mano le due versioni in italiano e la versione in tedesco della Bibbia. La formula “ti sorrida con bontà” nella traduzione in lingua corrente è stata davvero un dono del quale ti ringrazio.

  • 6 simona // 10 Gen 2010 alle 10:00

    Nella condivisione di altre fatiche, sofferenze, delusioni…..una piccolissima luce di speranza…Avanti, un Buon Anno a tutti quelli che passano di qua.Che sia sempre la Sua Luce a farci da faro.

  • 7 Eugenio // 14 Mar 2010 alle 16:33

    Ciao Padre Beppe,come stai?…sono Eugenio dopo tanti anni ti ritrovo,dove sei adesso?
    vorrei tanto parlare con te….un fraterno abbraccio
    Eugenio

Lascia un commento