fratemobile.net

Il blog di Padre Beppe Giunti, una piazzetta dove trovarsi a chiacchierare della vita

fratemobile.net header image 2

FINE PENA “MAI” E ALTRI PERSONAGGI AL COSPETTO DELLA GRIVOLA

22 Febbraio 2008 · 1 Commento

La Grivola è una montagna solenne e particolare della Val d’Aosta di 3969 metri, il suo nome sembra che derivi da un antico termine provenzale che indica una giovane fanciulla. Proprio al suo cospetto ho potuto vivere quattro splendidi giorni con splendide persone in una splendida casalpina che porta il nome di Piergiorgio Frassati, splendido giovane che in 24 anni di vita scala montagne e dona la vita per i poveri. E poi splendidi sono i personaggi che ho incontrato, con i quali ho collaborato, che mi hanno aiutato nello svolgimento dello stage di formazione alla LEGALITA’ per ragazzi, che in realtà tutti mi hanno dato più di quanto io abbia cercato di regalare loro. Mario, ergastolano (fine pena “mai”) che ci ha raccontato il suo cambiamento proprio grazie (sic!) al carcere. Rosalia, affascinante competente appassionata direttrice di carcere, Luca guardiaparco che sussurra ai lupi, Anna Francesca Roberto Renzo Pinuccio… … … Ma questo non è un epitaffio dove non bisogna dimenticare nessuno e nessun titolo. E’ il mio grazie alla Grivola (ma anche all’Emilius, al Rutor, al Gran Paradiso, al Grantaparei) al cui cospetto mi è stato donato di vivere un momento intenso e felice della mia vita. Ed è il grazie ai ragazzi e alle ragazze per i quali lo stage è stato messo in piedi e che hanno colto la fortuna di passare del tempo con adulti felici della propria esistenza, competenti nel proprio lavoro, motivati nella sfida dell’educazione. E grazie alla fantastica D80 e ai suoi trucchi tecnologici che hanno immortalato quei giorni. Splendidi al cospetto della giovane fanciulla delle Alpi valdostane.

Laudato sii, mi’ Signore, per chi crede ancora nei giovani, nella scuola, nella cooperazione. Nella vita. Come Te.

Tags: AFFARI NOSTRI · PIAZZETTA DELLE CHIACCHIERE

1 risposta ↓

  • 1 Adriana e Fabio // 6 Mar 2008 alle 23:11

    Caro Beppe, ho sentito il guardia parco, anche lui è rimasto colpito ed entusiasta delle giornate alla “Grivola” ..ce ne fossero tante per la formazione dei Vostri giovani. Saluti e baci, Fabio

Lascia un commento